Home » Featured, Io dico NO, No all'Omofobia » Anonymous contro l’omofobia di Ratzinger

Anonymous contro l’omofobia di Ratzinger

Nei giorni scorsi sono stati più volte attaccati i portali web del Vaticano e ben presto c’è stata la rivendicazione di Anonymous che ha espresso nel suo blog tutto il suo sdegno e disprezzo verso un papa e una chiesa cattolica rea di fomentare l’odio verso gli omosessuali.

Anonymous si dice sconcertato dalle parole del papa che durante un discorso al Corpo Diplomatico ha ribadito il concetto per cui l’unica famiglia  “è quella fondata sul matrimonio tra un uomo e una donna” e quindi riconoscendo solo questo tipo di unione e condannando di fatto legami fra individui dello stesso sesso. Il papa nel suo discorso ha poi espresso considerazioni sull’aborto e sull’eutanasia definendole “aberrazioni che minano la vita e la famiglia”.
Nel blog di Anonymous si legge che “Sua Santità dovrebbe innanzitutto comprendere il concetto originario di Amore e Famiglia, allontanandosi da preconcetti assimilazionisti e omofobi. Solo così i suoi Angelus assumerebbero connotati spirituali,  e lui parrebbe un pastore d’anime anzichè un gerarca omofobo o il più balordo dei politicanti”.

Un attacco durissimo alla Chiesa e personale a Ratzinger al quale la critica si fa feroce quando nei suo ammonimenti si intromette nelle questioni laiche come l’eutanasia e l’aborto.
Queste ingerenze infatti ledono “la sfera decisionale degli individui, oltre ad arenare il progresso scientifico”. Nella sua arringa mediatica Anonymous parla dell’avidità e della sete di potere del papa che non si accorge che il Popolo vive un autentico “Inferno Terreno”. E via via accusa la Chiesa di essersi resa colpevole di un genocidio proibendo l’uso dei preservativi nel terzo mondo, passando ad argomenti come l’uguaglianza tra i sessi.

“Sferrate continui attacchi alle Donne mettendo in discussione ciò che è stato ottenuto con dure lotte.  Donne che voi stessi lasciate sole quando decidono di portare avanti una gravidanza in un background di incertezze (palese dimostrazione di come le promesse del Movimento per la vita si rivelino fandonie). Donne che stigmatizzate, giudicate e umiliate quando debbono scegliere la strada dell’aborto”.

L’attaco poi prosegue sui temi dell’omofobia e Anonymous condanna fermamente “e deprecabili affermazioni omofobe che la vostra compagine continua a proferire, stigmatizzando chi ha preferenze sessuali differenti da quelle che incontrano il plauso di Chiesa e Patriarcato, e fomentando un clima d’odio e discriminazione che nulla ha a che vedere col principio dell’Amore universale. Principio che sporcate con uno dei crimini che siete soliti commettere più spesso: la pedofilia”.

Anche Bagnasco viene citato in questo comunicato colpevole di essere il presidente di un ospedale pubblico i cui guadagni provengono anche da cittadini non cattolici.

Anonymous tocca anche il problema della procreazione assistita e delle Antenne di Radio Vaticano causa di una mortalità sopra la media consigliando alla Congrega Cattolica di iniziare a preoccupparsi “di quei corpi che le antenne di Radio Vaticana han bombardato di radiazioni, scatenando linfomi, leucemie e altre terribili malattie” e di recarsi “laddove la malattia e la sofferenza sono routine grazie a chi preferisce che un Padre Nostro – Ave Maria vengano propagati attraverso i ripetitori”.

Il comunicato ufficiale lo trovate qui
http://www.anon-news.blogspot.it/2012/10/italy-opitaly-contro-legemonia-della.html


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/norazzis/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273