Home » Solidarietà » Messina, pane gratis ai più bisognosi

Messina, pane gratis ai più bisognosi

Quattro locali del capoluogo siciliano hanno aderito al progetto del ‘pane in attesa’ per regalare un bene primario a chi non se lo può permettere

pane

L’Italia rimane un popolo di santi e navigatori, ma anche di persone solidali. E così dopo il famoso ‘caffè sospeso‘, tradizione che a Napoli ancora oggi rimane viva e prevede di lasciare un caffè pagato per chi entrerà successivamente in quel locale, dalla Sicilia arriva invece l’iniziativa del ‘pane in attesa‘.

Un progetto messo in piedi da quattro panifici di Messina che hanno deciso di combattere la crisi m,a soprattutto di lanciare un profondo messaggio di solidarietà, puntando su un prodotto di uso comunissimo non solo nel nostro Paese ma che complice la crisi degli ultimi anni sta diventando quasi un bene prezioso. Funziona sostanzialmente allo stesso modo: ogni cliente una volta fatto il proprio acquisto in panetteria potrà lasciare una somma, anche piccola, per poter comprare il pane a chi non può permetterselo.

L’offerta ovviamente rimane libera e viene raccolta in un apposito recipiente posizionato vicino alle casse e ad ogni famiglia bisognosa saranno consegnati almeno cinque panini, portati direttamente dai dipendenti della panetteria o dai volontari delle associazioni locali. Se i soldi raccolti non basteranno per soddisfare il bisogno di tutti, verranno accumulati per il giorno successivo e così via.

Un progetto promosso dall’associazione Invisibili onlus di Messina che sembra aver soddisfatto i proprietari (Panificio La Spiga D’oro, Panificio Macrì, Al Granaio, Voglia di pane) ma soprattutto i cittadini messinesi, rivelatisi ancora una volta moto partecipativi. Ovviamente un esempio che andrebbe seguito anche in altre città, non necessariamente e solo con il pane.

Tags: ,

Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/norazzis/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273