Home » Rassegna Stampa » Misna – internet, a cominciare da Facebook, come subcultura di intolleranza

Misna – internet, a cominciare da Facebook, come subcultura di intolleranza

Nell’era della comunicazione digitale, anche i ‘social network’ – e in particolare la piattaforma ‘Facebook’- diventano un mezzo attraverso il quale molte persone sfogano la loro insofferenza, la paura per il diverso, l’odio per l’altro: è la conclusione di un’indagine realizzata dall’istituto di ricerche demoscopiche Swg. La ricerca ha censito e analizzato più di 350 gruppi dichiaratamente anti-immigrato presenti in ‘Facebook’ nella sola lingua italiana; alcuni hanno anche 7000 iscritti, con decine di migliaia di pagine zeppe di insulti, violenza e volgarità nei confronti non solo dei migranti: dall’analisi svolta sui siti che nascono e muoiono su Facebook emerge che sono circa 100 i gruppi che hanno come obiettivo aggregante l’essere contro i musulmani, più 400 i gruppi “anti-terroni” e più di 300 quelli contro gli zingari; ma l’intolleranza si diffonde puntando il dito anche contro marocchini, magrebini, rumeni, cinesi, ebrei e omosessuali. “È in via di formazione – si legge nel comunicato di Swg – una subcultura che, attraverso la rete, non solo si ritrova, ma traccia i confini della propria identità; è in atto un processo di reinterpretazione dell’altro, che cerca nuovo consenso attraverso la manipolazione di segni e parole e dà alla nuova subcultura forza magnetica e attrattiva di risposta alle tensioni del quotidiano, in cui la banalità del male diviene una forma accettabile”. Negli Stati Uniti, il presidente Barack Obama e sua moglie Michelle, costante oggetto in internet di ogni genere di manifestazioni d’intollerenza – dalle gratuite dichiarazioni di ambienti reazionari alla caricatura razzista – hanno deciso di ignorare il fenomeno; ma in qualche caso ‘Facebook’, che pure sostiene di voler difendere a tutti i costi una totale libertà d’espressione, ha sospeso qualche pagina. E’ azzardato ipotizzare che da questo tipo di brodo di coltura traggono almeno in parte e indirettamente alimento fatti come ‘le giornate di Rosarno’? [MV][CO]


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/norazzis/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273