Home » Io dico NO, No all'Omofobia » Modena, Luxuria ‘cancellato’ in un liceo

Modena, Luxuria ‘cancellato’ in un liceo

Doveva partecipare come invitato ad un dibattito sulla transessualità ma un numero consistenti di genitori si è opposto e per ora è saltato tutto

luxuriaDoveva essere un semplice incontro tra un gruppo di liceali e un personaggio famoso pronto a raccontare la sua storia, si sta trasformando in un caso politico la visita di Vladimir Luxuria agli studenti del ‘Liceo Muratori’ di Modena.

L’ex parlamentare pugliese avrebbe dovuto essere presente come invitato ad un dibattito sulla transessualità, ma la sua presenza è stata contestata da un nutrito gruppo di genitori tanto che dopo una votazione conclusa di stretta misura (9 a favore, 7 contrari) la visita è stata rinviata a data da destinarsi, anche se come riferisce la ‘Gazzetta di Modena’ gli studenti sono decisamente divisi: “Un gruppo di genitori – dicono alcuni – si è opposto alla nostra scelta. Secondo noi i genitori possono esprimere la loro opinione, ma alla fine dobbiamo essere noi studenti a scegliere e decidere il tema dell’assemblea che facciamo”. Il nome di Luxuria era stato scelte perché “il tema dell’assemblea è stato proposto dai rappresentanti d’istituto, mentre il tramite per far venire Luxuria a scuola ce l’aveva la figlia dell’ex ministro Kyenge, che frequenta il liceo insieme a noi. Abbiamo buttato via un’occasione e così non abbiamo neanche la possibilità di fare l’assemblea per questa imposizione dei genitori”.

Sono stati alcuni di questi ultimi a minacciare di ritirare i figli dal liceo modenese il prossimo anno scolastico, defezioni che ovviamente avrebbero costretto a rivedere anche i bilanci della scuola e così il preside sembra aver fatto un passo indietro. Nella polemica ovviamente sono intervenuti anche i politici, come il senatore Carlo Giovanardi (Nuovo Centro Destra): “Qualcuno ha forse scambiato il liceo Muratori per una sezione del Pd impegnata in un incontro di partito. Ma una scuola pubblica non è una sezione di partito e neppure un luogo di indottrinamento dei giovani: è giusto che ogni argomento possa essere affrontato garantendo l’illustrazione di punti di vista differenti”.

Gli ha ribattuto Federica Di Padova, rappresentante locale del Pd: “Teniamo a sottolineare l’importanza di trattare anche in ambiente scolastico tematiche legate all’omosessualità e alla transessualità, permettendo di combattere alla radice forme di bullismo e omofobia. Per questo motivo, pur rispettando le parole dei genitori, non condividiamo l’annullamento dell’incontro. Crediamo che la scuola debba insegnare, oltre alle materie curricolari, anche il rispetto per gli altri, il valore dell’ascolto e l’importanza del dialogo”.


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/norazzis/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273